Notizie

 

 


LA CITTA’ DI BUSSETO
per saperne di più……..

 

RAGGIUNGERE IL COMUNE

IL TERRITORIO – COME ARRIVARE
IN AUTO
Dalla Al: per chi viaggia da Bologna l’uscita utile è al casello di Fidenza – Salsomaggiore, mentre per chi viaggia da Milano a quello di Fiorenzuola.
Per chi arriva da Brescia si percorre la A21 e si esce a Castelvetro Piacentino.
Busseto è inoltre servito dalla Statale 588 per i collegamenti con Fidenza e Cremona.

IN TRENO
Linea Fidenza – Cremona (Trenitalia)
Fermata presso la Stazione Ferroviaria di Viale Pallavicino.

IN AEREO
Aeroporto di Parma www.parma-airport.it

DATI DI FATTO
ALTITUDINE: 40 mt s.l.m. SUPERFICIE: 76,44 kmq
ABITANTI: 7084 (dato Istat al 31.01.2013)
COMUNI CONTIGUI: Alseno (PC), Besenzone (PC), Fidenza, Polesine Parmense, Soragna, Villanova sull’Arda (PC), Zibello
CAP: 43011
PREFISSO TELEFONICO: 0524
CODICE ISTAT: 034007
NOME ABITANTI: bussetani
SANTO PATRONO: San Bartolomeo Apostolo
GIORNO FESTIVO: 24 agosto

 

SERVIZI DEL COMUNE

GIUNTA

SINDACO
Contini Giancarlo
sindaco@comune.busseto.pr.it
Cultura – Turismo – Protezione Civile – Relazioni con UE – Relazioni Istituzionali
Riceve Martedì e Venerdì 10.00/12.00

VICE-SINDACO
Leoni Gianarturo
leoni@comune.busseto.pr.it
Lavori Pubblici e Manutenzione del Territorio – Urbanistica – Ambiente – Sport
Riceve Martedì 10.00/12.00 altri giorni su appuntamento. cell. 338-3667441

ASSESSORE
Guareschi Elisa
guareschi@comune.busseto.pr.it
Servizi alla Persona e Sanità – Pubblica Istruzione – Polizia Locale e Sicurezza – Personale – Pari opportunità – Tutela Benessere Animale
Riceve Martedì 9.00/12.00 altri giorni su appuntamento cell. 338-3667439

ASSESSORE
Capelli Stefano
capelli@comune.busseto.pr.it
Bilancio e Servizi Finanziari – Associazionismo – Riordino Territoriale
Riceve Martedì 16.30/18.30

ASSESSORE
Marchesi Marzia
marchesi@comune.busseto.pr.it
Attività Produttive – Attività Giovanili – Relazioni con le Frazioni e Consulte.
Riceve Mercoledì 08.30/12.30

CONSIGLIO COMUNALE

LISTA CIVICA: Cambiamo Musica – Contini Sindaco.
Contini Giancarlo
Leoni Gianarturo
Guareschi Elisa
Capelli Stefano
Marchesi Marzia
Brigati Nicolas Gianni
Pizzelli Andrea
Medioli Giacomo
Delendati Loredana

LISTA CIVICA: Con Luca per Busseto – Luca Concari Sindaco
Concari Luca
Carosino Stefano
Concarini Clarissa

LISTA CIVICA: Busseto Città aperta – M.G. Gambazza Sindaco
Gambazza M. Giovanna

Contatti
P.zza G. Verdi n. 10 – 43011 Busseto

0524-931711 fax0524-92360
urp@comune.busseto.pr.it
pec protocollo@postacert.comune.busseto.pr.it

AUTOCERTIFICAZIONE
L’autocertificazione è una dichiarazione che il cittadino sottoscrive di proprio pugno relativa a stati, qualità e fatti previsti dal D.P.R. n. 445/2000. L’autocertificazione sostituisce, presso Pubbliche Amministrazioni e concessionari/gestori di pubblici servizi, secondo gli usi consentiti dalla legge, i certificati e gli atti notori. La firma nell’autocertificazione non deve essere autenticata, quindi il procedimento è completamente gratuito. L’autocertificazione si applica nei casi di:
– data e luogo di nascita; residenza; cittadinanza; – godimento dei diritti civili e politici;
– stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero; – stato di famiglia; esistenza in vita;
– nascita del figlio, decesso del coniuge, dell’ascendente o discendente;
– iscrizione in albi, in elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni;
– appartenenza a ordini professionali;
– titolo di studio, esami sostenuti;
– qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;
– situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione di benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali;
– assolvimento di specifici obblighi contributivi con l’indicazione dell’ammontare corrisposto; – possesso e numero del codice fiscale, della partita IVA e di qualsiasi dato presente nell’archivio dell’anagrafe tributaria;
– stato di disoccupazione;
– qualità di pensionato e categoria di pensione; – qualità di studente; qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili; iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo;
– tutte le situazioni relative all’adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio; di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa; di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali;
– qualità di vivenza a carico; tutti i dati a diretta conoscenza dell’interessato contenuti nei registri dello stato civile; di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non avere presentato domanda di concordato.

Enti Pubblici e società concessionarie di pubblici servizi sono obbligati ad accettare l’autocertificazione, ovviamente limitatamente ai dati per i quali l’autocertificazione è consentita. In particolare, per quanto riguarda gli estratti degli atti di stato civile (estratti di nascita, matrimonio, morte), questi possono essere richiesti al cittadino esclusivamente per i procedimenti che riguardano il cambiamento di stato civile. Negli altri casi questi documenti vengono acquisiti d’ufficio. Le dichiarazioni di chi si trova in una condizione di temporaneo impedimento per ragioni di salute possono essere rese da un parente prossimo (il coniuge o in sua assenza i figli, o in mancanza, un altro parente fino al terzo grado) davanti ad un pubblico ufficiale, previo accertamento dell’identità di chi fa la dichiarazione.
COSA NON PUÒ ESSERE AUTOCERTIFICATO
I certificati medici, sanitari, veterinari, di conformità CE, di marchi o brevetti non possono essere sostituiti da autocertificazione, salvo disposizioni specifiche della normativa di settore.
Tutti i certificati medici e sanitari richiesti dalle scuole ai fini della pratica non agonistica di attività sportive sono sostituiti con un unico certificato di idoneità alla pratica non agonistica di attività sportive, rilasciato dal medico di base e valido per l’intero anno scolastico.
ESIBIZIONE DI DOCUMENTO D’IDENTITÀ
I fatti e le qualità che sono presenti in un documento d’identità (nome e cognome, nascita e residenza, patente di guida e passaporto, libretto di pensione e porto d’armi, ecc.) non hanno necessità di ulteriore attestazione.
È sufficiente che il cittadino esibisca il documento d’identità: il soggetto ricevente (PA o gestore di pubblici servizi) prenderà nota dei dati e ne acquisirà una fotocopia. Se il documento d’identità è scaduto, ma le informazioni che contiene non hanno subito variazioni, il cittadino può dichiarare sulla fotocopia che i dati sono ancora validi.

Dove rivolgersi: Ufficio al quale deve essere presentata

CARTA D’IDENTITA’
È il certificato che attesta l’identità di tutti i cittadini italiani. È rilasciata a tutti i residenti che ne facciano richiesta, indipendentemente dall’età.
La validità della carta d’identità cambia in base alla fascia d’età: 3 anni per i minori di 3 anni
– 5 anni per la fascia 3-17 anni -10 anni per i maggiorenni. Hanno validità di 10 anni le carte d’identità rilasciate dal giugno 2008 in poi, mentre per quelle rilasciate dal giugno 2003 (che avevano validità di 5 anni) è prevista la proroga di ulteriori 5 anni: è necessario far apporre apposito timbro dall’Ufficio Anagrafe. Da febbario 2012 la nuova normativa riconosce la scadenza della carta d’Identità nella data del compleanno successivo ai 10 anni trascorsi dalla data del rilascio. È importante sottolineare che alcuni Stati esteri, nei quali è sufficiente la carta d’identità come documento per l’ingresso (ad esempio Egitto, Svizzera, Croazia, Tunisia, Turchia), hanno dichiarato di non riconoscere la validità del timbro di proroga. Consigliamo ai cittadini che vogliono recarsi all’estero di verificare le disposizioni nel Paese meta oppure provvedere con altro documento di validità. Per richiedere la carta d’identità sono necessari: 3 foto formato tessera a colori, recenti, a capo scoperto ed uguali tra di loro; carta d’identità precedente (in caso di rinnovo). Per quanto riguarda le fotografie, queste devono avere specifiche caratteristiche, decretate dal Ministero dell’Interno, come riportato più avanti nel capitolo. Se non si è in possesso della carta d’identità precedente perché smarrita o rubata occorre presentarsi con la copia denuncia sporta presso un organo di Pubblica Sicurezza ed accompagnati da due testimoni maggiorenni, dotati entrambi di relativi documenti di identità. Non è necessario rinnovare la carta d’identità in caso di cambio di indirizzo e/o residenza, se non necessario per motivi specifici. Sempre per quanto riguarda il rinnovo, può essere fatto non prima di 180 giorni dalla scadenza del documento. Per particolari categorie di persone che per gravi problemi di salute non possono recarsi presso il comune, è disponibile un servizio domiciliare.
Il costo della carta d’identità è di 5,42 Euro.
MINORI DI 18 ANNI
Per il rilascio della carta d’identità valida per l’espatrio ai minori di 18 anni è necessario l’assenso dei genitori o di chi ne fa le veci, che dovranno presentarsi muniti di documento identificativo in corso di validità. Se un genitore non può essere presente è necessario che compili apposito modulo, la dichiarazione di assenso all’espatrio. In caso di richiesta di documento non valido per l’espatrio, è sufficiente la presenza di un solo genitore. Il Decreto Legge n. 70 del 13 Maggio 2011 ha stabilito che per i minori di 14 anni l’uso della carta d’identità ai fini dell’espatrio è subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, o che venga menzionato, su apposita dichiarazione rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione, il nominativo della persona (oppure dell’ente o compagnia di trasporto) a cui il minore stesso è affidato. La dichiarazione dovrà essere convalidata presso la Questura.
CARATTERISTICHE DELLE FOTO
Le caratteristiche tecnico-qualitative delle fotografie per i documenti d’identità devono rispettare le Indicazioni del Ministero dell’Interno n. 400/A/2005/1501/P/23.13.27 del 5 dicembre 2005. Inizialmente applicate alle sole fotografie per il passaporto (nota del Ministero degli Esteri del 29 novembre 2005), queste disposizioni sono state poi estese anche alla carta d’identità.
Le fotografie stampate con fotocamera digitale devono avere un colore di alta qualità ed essere stampate su carta ad alta resa fotografica.
Le fotografie devono:
– risalire a non più di sei mesi prima;
– avere una larghezza di 35-40 mm;
– riprodurre la testa e le spalle in modo che la faccia occupi 1170-80% della fotografia;
– essere a fuoco e nitide; essere di alta qualità senza segni di inchiostro o piegature;
– mostrare il colore naturale della carnagione; – possedere sufficiente luminosità e contrasto; – mostrare gli occhi della persona aperti e chiaramente visibili, non coperti dai capelli;
– mostrare la persona con lo sguardo all’obiettivo, con il capo dritto, ed entrambi i lati del viso visibili in modo chiaro;
– essere scattate su uno sfondo disadorno di colore chiaro, pulito, senza schienali di sedie, giocattoli o altre persone visibili;
– essere scattate con un’illuminazione uniforme e non presentare ombre o riflessi del flash sulla faccia o occhi rossi;
– l’espressione deve essere neutra (no sorrisi) e la bocca chiusa.
OCCHIALI E COPRICAPO
– La fotografia deve mostrare gli occhi in modo chiaro e senza riflesso del flash sulle lenti, senza lenti ombreggiate (no a montature pesanti, sì ad occhiali con montatura leggera); la montatura non deve coprire alcuna parte degli occhi;
– non è consentito alcun copricapo se non per motivi religiosi; devono rimanere chiaramente visibili i tratti del viso, dalla punta del mento alla sommità della fronte ed entrambi i lati del volto.

Dove rivolgersi: Servizi Demografici – Ufficio Anagrafe Piazza G. Verdi, 10 – piano terra Tel. 0524931724

PASSAPORTO
Nel 2010 sono state introdotte nuove norme per il rilascio dei passaporti per tutti i cittadini.
È rilasciato un unico modello di passaporto, su li- bretto da 48 pagine con microchip in copertina che prevede foto, firma ed impronte digitali del richiedente. La firma di norma è digitalizzata, tranne nei casi di minori di anni 12, analfabeti (documentati con atto di notorietà) e coloro con handicap o impossibilità fisiche accertate che gli impediscono l’apposizione della firma: in questi casi la firma non deve essere apposta ed una scritta, tradotta anche in inglese e francese, riporterà la parola “esente”. Per quanto riguarda le impronte digitali, possono essere acquisite solo dalla Questura, anche in tempi diversi da quelli di richiesta di rilascio del passaporto. Con le nuove disposizioni del 2010 i minori devono essere in possesso di un passaporto individuale. Nel caso di figli minori già segnati sul passaporto dei genitori, tale documento è valido fino alla sua naturale scadenza; stesso discorso per i passaporti con durata decennale rilasciati ai minori prima della data di entrata in vigore della nuova normativa (25 novembre 2009). La procedura prevede che impronte digitali e firma digitalizzata siano acquisite solo dai 12 anni in poi. Il modulo di richiesta del passaporto può essere presentato presso la Questura, ufficio passaporti di un Commissariato di RS., Stazione dei Carabinieri oppure presso Comune di residenza. E necessario presentare:
– un documento di riconoscimento valido
– 2 fotografie formato tessera recenti, uguali e che corrispondano ai criteri comunicati dal Ministero degli Interni; ricevuta di versamento di 42,50 Euro su bollettino postale sul conto n. 67422808 intestato a “Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro” con causale “importo per il rilascio del passaporto elettronico” (presso gli uffici postali sono disponibili bollettini precompilati)
– se si richiede il rilascio a seguito di deterioramene o smarrimento del precedente passaporto, è necessario presentare la denuncia di smarrimento rilasciata da un organo di PS oppure il documento deteriorato.
CONTRASSEGNO TELEMATICO
Se si richiede il rilascio del passaporto per i soli paesi UE non è necessario apporre il contrassegno telematico di 40,29 Euro: tale contrassegno (della validità di 365 giorni dalla data di rilascio del passaporto) potrà essere apposto in un secondo momento, qualora si voglia utilizzare il documento in paesi extra UE. Sul passaporto dovrà essere apposto anche il timbro di annullo della limitazione territoriale.
PASSAPORTO ON-LINE
www.passaportonline.poliziadistato.it
A questo indirizzo internet è attivo il servizio della Polizia di Stato di richiesta via internet del passaporto. È possibile compilare la domanda e scegliere il luogo (Questura o Commissariato PS), la data e l’ora per la consegna della stessa e la rilevazione delle impronte digitali. Per chi non dispone di una connessione internet, gli appuntamenti possono essere presi anche dal proprio Comune o presso la stazione dei Carabinieri: in questi casi è necessario presentarsi con un documento di identità ed il codice fiscale. Nel caso di contrattempo, con le stesse modalità è possibile spostare l’appuntamento fissato. Per accedere al sito è necessario registrarsi gratuitamente. La connessione è protetta, quindi la trasmissione dei dati è sicura.

Dove rivolgersi: Questura di Parma ufficio Passaporti Borgo della Posta, 14 – Tel. 0521 219566 email: uffpassaporti.quest.pr@pecps.poliziadistato.it

MATRIMONIO
RITO CIVILE
necessario innanzitutto procedere con le pubblicazioni di matrimonio: i due nubendi devono presentarsi presso il Municipio con originale e fotocopia di un documento d’identità. Se non sono presenti entrambi gli sposi è sufficiente la presenza di uno solo dei due munito di delega dell’altro e copia del relativo documento di identità. Altrimenti, in sostituzione degli sposi può presentarsi anche una terza persona, munita di entrambe le deleghe e le fotocopie dei documenti di identità. Al termine della procedura viene rilasciato il documento di avvenuta pubblicazione, necessario per fissare la data dell’evento. In caso di precedenti divorzi è bene ricordare di verificare, prima di dare l’avvio alle procedure, che i documenti anagrafici siano stati correttamente aggiornati e che il divorzio sia stato registrato.
RITO RELIGIOSO
In questo caso è necessario rivolgersi al parroco oppure al ministro di Culto della religione (riconosciuta dallo Stato) scelta per il rito per procedere alle pubblicazioni religiose e per farsi rilasciare la richiesta di pubblicazioni civili da presentare presso il Municipio. Oltre a questo documento gli sposi dovranno presentarsi con originale e fotocopia di un documento di identità. Come nel caso precedente, è possibile eseguire la procedura anche da parte di un solo sposo o di una terza persona.
REGIME PATRIMONIALE
Il matrimonio prevede in automatico il regime della comunione dei beni, ovviamente riferito agli acquisti effettuati dopo l’unione. Nel caso i coniugi vogliano scegliere la separazione dei beni, lo devono dichiarare all’atto del matrimonio o anche dopo davanti ad un notaio. La separazione dei beni comporta la proprietà esclusiva da parte di un coniuge di ciò che ha acquistato durante il matrimonio.

Dove rivolgersi: Servizi Demografici – Ufficio Stato Civile Piazza G. Verdi, 10 – piano terra – Tel. 0524 931723

DENUNCIA DI NASCITA
La denuncia di nascita in Italia è obbligatoria e deve essere resa entro pochi giorni dal parto.
CASO DI GENITORI CONIUGATI
La denuncia di nascita del figlio deve essere presentata da uno dei genitori (o, nel caso, da un procuratore speciale) entro 3 giorni dall’evento davanti al Direttore Sanitario dell’Istituto ove è avvenuto il parto. Poi, entro 10 giorni dalla nascita, la denuncia deve essere presentata da uno dei due genitori davanti all’Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza della madre (o del padre, in caso di accordo) e, sempre entro lo stesso termine, anche davanti all’Ufficiale di Stato Civile del Comune dove è avvenuta la nascita.
CASO DI GENITORI NON CONIUGATI
In questo caso la denuncia al Direttore Sanitario della struttura dove è avvenuta la nascita, sempre entro 3 giorni, deve essere presentata da entrambi i genitori, come entrambi devono presentarsi sia all’Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza della madre (o del padre, in caso di specifico accordo) sia davanti a quello del Comune di nascita. Per tutte le denunce presentate all’Ufficiale di Stato Civile è necessario presentarsi con la copia del documento rilasciato dal Direttore Sanitario.
RICONOSCIMENTO FIGLI NATURALI
Nel caso di figli “naturali”, ossia quelli nati da genitori non coniugati, se un genitore non riconosce immediatamente il figlio il riconoscimento può essere fatto anche in un secondo momento in uno dei seguenti modi:
– dichiarazione davanti all’Ufficiale di Stato Civile di un qualsiasi Comune;
– dichiarazione presso il giudice tutelare o davanti ad un notaio;
– con dichiarazione all’atto del matrimonio (il figlio quindi acquisisce lo stato di “legittimo”);
– con il testamento.

Dove rivolgersi: Servizi Demografici – Ufficio Stato Civile Piazza G. Verdi, 10 – piano terra – Tel. 0524931723

SERVIZI SOCIALI

LE RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI
COSA SONO
Si tratta di strutture residenziali extra ospedaliere destinate a persone non autosufficienti a livello fisico o psichico, che non hanno un supporto familiare di assistenza o che hanno bisogno di un’assistenza sanitaria complessa. A seconda del modello organizzativo si parla di RSA di base oppure RSA di cura o recupero. Le prime si rivolgono ad anziani non autosufficienti non assistibili a domicilio e con limitazioni (fisiche, mentali o sociali), mentre le seconde, pur rivolgendosi alla stessa fascia di persone, la amplia a quelli che necessitano di assistenza sanitaria e riabilitativa, ma non al punto da rendere necessario un ricovero ospedaliero.
SERVIZI
Le RSA possono offrire:
– assistenza nelle attività quotidiane (igiene personale, alzata/messa a letto);
– assistenza medica di base (prestata da un medico interno alla struttura o del medico di base dell’anziano);
– assistenza specialistica e riabilitativa (a seconda del tipo di struttura) prestata dal personale sanitario dell’Azienda Sanitaria;
– assistenza infermieristica nell’arco dell’intera giornata;
– assistenza psicologica;
– attività ricreative, culturali e più in generale di socializzazione;
– servizio alberghiero (pulizia, lavanderia ecc.).
ACCESSO & COSTI
Le RSA possono essere pubbliche oppure private accreditate con il SSN.
L’anziano può accedere alla struttura dietro richiesta del medico di base o del medico ospedaliero e deve sottoporsi ad una visita presso l’Unità Valutativa Geriatria.
Se la richiesta è accolta il paziente sarà inserito nella lista di attesa per l’ingresso o potrà accedere direttamente alla struttura se vi sono posti liberi.
Il costo delle prestazioni è a carico del SSN, ma a seconda del livello di assistenza prestata e dei servizi può essere prevista una quota a carico del paziente.
L’ammontare di questa quota dipende dalle disposizioni delle singole Regioni ed è subordinato alla situazione reddituale dell’anziano e del suo nucleo familiare.

LE CASE DI RIPOSO
COSA SONO
Sono strutture destinate all’alloggio di anziani autosufficienti o parzialmente autosufficienti, che non possono essere assistiti dalle famiglie e non più in grado di vivere da soli. Sono edifici di tipo residenziale, dotate di alloggi ammobiliati pluriletto con servizi igienici, quasi stile appartamento.
Caratteristica peculiare delle case di riposo è la presenza di ampie aree per la socializzazione e le attività ricreative e del tempo libero.
SERVIZI
Nelle case di riposo il personale preposto ai servizi e alla tutela è sempre disponibile durante tutto l’arco della giornata, poi con cadenza diverse da struttura a struttura si possono avere fisiatra, geriatra, barbiere e parrucchiere, podologo, persone per l’organizzazione di attività ricreative.
I servizi generalmente offerti sono:
– assistenza alberghiera
– assistenza socio-sanitaria
– attività ricreative e di socializzazione
– assistenza sociale
– assistenza infermieristica, assistenza medica
– attività riabilitative.
ACCESSO E COSTO
Le strutture possono essere pubbliche o private e sono destinate a cittadini non in grado di ricorrere ad altre modalità di assistenza e con un reddito inferiore ai parametri stabiliti dal Comune di residenza. I requisiti di accesso variano da struttura a struttura (per quelle private vale anche il regolamento interno della struttura), come allo stesso modo variano, alle volta anche in maniera rilevante, i costi.

Strutture:
Casa di Riposo – Casa Albergo
Alfonso Pallavicino Via XXV Aprile 6/8 – Busseto Tel. 0524 92271
email: info@fondazionepallavicino.it

I CENTRI DIURNI
COSA SONO
Si tratta di strutture semiresidenziali aperte da 6 ad 8 ore al giorno.
Sono destinate ad anziani autosufficienti o con autonomia ridotta per cause fisiche e che necessitano di un sostegno per la quotidianità: lo scopo dei centri diurni è di aiutare l’anziano a vivere nella propria casa e a mantenere la sua autonomia, fornendo aiuto e sostegno nelle attività pratiche.
SERVIZI
Il personale dei centri diurni è formato di solito da infermieri ed assistenti sociali, operatori addetti alla cura della persona, educatori, animatori, addetti ai servizi generali.
I servizi offerti possono essere:
– assistenza e tutela diurna
– assistenza sociale e psicologica
– assistenza infermieristica
– attività ludiche, ricreative, di socializzazione
– trasporto da/per casa dell’anziano
– servizio mensa
– aiuto nel disbrigo di pratiche quotidiane.
ACCESSO E COSTO
La scelta di un determinato centro sociale di solito avviene in base al tipo di attività che vi si svolgono, in relazione agli interessi ed alle esigenze di ogni persona.
Le modalità di accesso e i costi possono variare molto da struttura a struttura, da zona a zona. Solitamente un centro diurno accoglie gli anziani in base alle loro condizioni socio-sanitarie e psicologiche, ed ovviamente in base ai posti disponibili.

LE CASE PROTETTE
COSA SONO
Le case protette sono strutture residenziali che consentono una permanenza anche lunga dei suoi ospiti. Si rivolge ad anziani non autosufficienti che non è possibile assistere a domicilio. Lo scopo di queste strutture è di prevenire ulteriori perdite di autonomia dell’anziano, aiutandolo dal punto di vista fisico, ma anche psichico.
SERVIZI
Il personale delle case protette è composto da medici, infermieri, fisioterapisti, personale addetto alla tutela e all’aiuto dell’anziano.
I servizi offerti solitamente sono:
– assistenza tutelare diurna ed assistenza diurna
– assistenza alberghiera e fornitura pasti
– assistenza medica ed infermieristica diurna
– assistenza riabilitativa
– assistenza sociale
– pulizia e gestione degli spazi comuni.
ACCESSO E COSTO
Le case protette possono essere pubbliche o private. La scelta dipende dall’indirizzo delle attività della struttura, dalle esigenze e dalle possibilità economiche dell’anziano.
I costi dipendono dai regolamenti interni delle strutture private oppure da delibera del Comune nel caso di strutture pubbliche. I tempi di attesa di solito sono medio-lunghi.
Strutture:
Casa Protetta Alfonso Pallavicino Via XXV Aprile 6/8 – Busseto Tel. 0524 92271
email: info@fondazionepallavicino.it

I dati riportati in questa sezione sono generici. Per informazioni specifiche sulle strutture presenti sul territorio, i servizi sociali/per gli anziani e le modalità di accesso contattare i Servizi Sociali del Comune – Piazza G. Verdi, 10 – piano terra – Tel. 0524 931728 / 931736 – Fax 0524 931728 sociale@comune.busseto.pr.it – Orari: da lunedì a venerdì – dalle 10.00 alle 13.00 – martedì e giovedì – dalle 15.30 alle 17.30. L’Assistente Sociale riceve su appuntamento.

ASSOCIAZIONI

ASSOCIAZIONI SPORTIVE
COSA SONO
Associazioni sportive e società sportive sono Enti senza scopo di lucro che hanno lo scopo di promuovere l’attività sportiva amatoriale e sono considerati soggetti anche dallo Stato. Il loro riconoscimento ufficiale risale al 1942, quando con la Legge n. 426 si istituì il CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) come appunto organo ufficiale per riconoscere queste società; il CONI poi può delegare questo compito alle Federazioni Sportive. Una volta affiliate al CONI le associazioni sportive sono tenute al rispetto dei regolamenti dell’Ente stesso o della Federazione (ovviamente riconosciuta dal CONI) alla quale appartengono. L’affiliazione consente all’associazione di godere di benefici fiscali appositi previsti dallo Stato.
L’Associazione/Società si impegnerà nella promozione di uno sport (tramite l’istituzione di una scuola sportiva o corsi) e delle attività connesse (palestra, preparazione atletica, ecc.). Gli istruttori impegnati in queste attività dovranno essere riconosciuti dalla Federazione alla quale l’associazione/società è affiliata.
BENEFICI FISCALI
I benefici fiscali di cui godono ASD e SSD sono regolamentati dagli Articoli 143 e 148 del T.U.I.R.:
– non si considerano imponibili quote di iscrizione e corrispettivi specifici pagati dagli iscritti per usufruire delle attività sociali;
– per le attività che il Testo Unico delle Imposte sui Redditi all’articolo 148 considera sempre imponibili (cessioni di beni nuovi prodotti per la vendita, somministrazioni di pasti, erogazioni di acqua, gas, energia elettrica e vapore, prestazioni alberghiere, di alloggio, di trasporto, gestione di spacci aziendali e di mense, organizzazione di viaggi e soggiorni turistici, gestione di fiere ed esposizioni a carattere commerciale, pubblicità commerciale) è possibile usufruire del regime agevolato previsto dalla legge 398/1991. Tale agevolazione prevede una notevole riduzione degli adempimenti contabili e il pagamento delle imposte dirette e dell’IVA in modo forfetario;
– possibilità di erogare compensi a coloro che svolgono attività sportiva dilettantistica fino a 7.500 Euro annui in esenzione fiscale (articolo 90 legge 298/2002).

ASSOCIAZIONI LOCALI E DI VOLONTARIATO
ASSOCIAZIONISMO
Si tratta di un settore di vanto della società italiana, che su tutto il territorio nazionale vanta migliaia e migliaia di associazioni locali.
Il cuore dell’associazionismo è il no-profit. Per Associazione si intende un gruppo di persone che condividono un interesse, una passione o uno scopo e decidono di unirsi dando un’organizzazione a questa loro comunione di intenti. Un’associazione infatti deve avere uno statuto a regolare comportamenti, rapporti e finalità. Pur non essendo a scopo di lucro, le associazioni possono chiedere ai propri iscritti una quota associativa oppure decidere per un’autotassazione.»
TIPOLOGIE PIÙ DIFFUSE
Sono riconosciute diverse tipologie di associazioni, anche se all’atto pratico la distinzione non è sempre netta.
ASSOCIAZIONI CULTURALI
Solitamente hanno come scopo attività formative ed educative in campo, ma nella realtà dei casi gli associati si ritrovano per il solo scopo del piacere di condividere un interesse comune: dalla musica al cinema, dalla poesia alla filatelica, ecc.
ASSOCIAZIONI RICREATIVE
Le associazioni di questo tipo prevedono da statuto l’organizzazione di momenti di svago per gli associati, mettendo loro a disposizione un luogo di ritrovo adatto. Spesso queste associazioni sono ospitate all’interno di bar, pizzerie ecc., cioè luoghi già in possesso dell’autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande e in regola con le disposizioni sanitarie locali. Esempi di associazioni ricreative sono quelle di ballo, quelle degli amanti dei giochi delle carte, i gruppi teatrali, ecc.

ASSOCIAZIONI A BUSSETO

ASSOCIAZIONE AIUTO MINORI TERZO MONDO O.N.L.U.S.
c/o Monastero S. Maria degli Angeli Missionari Identes – Via Provesi, 39
AMICI DELLA CARTAPESTA Piazzale Stazione, 4 info@camevaledibusseto.it
AMICI DI VERDI
Casa Barezzi – Via Roma 119 amicidiverdi@hotmail.com www.amicidiverdi.it
ANPI – ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D’ITALIA
Sezione di Busseto anpibusseto@libero.it
AUSER
Via Spezia 156 – Parma Tel. 0521 295006 – 0521 295014
auserparmaffiibero.it
isabed@libero.it
AVIS
Via Leoncavallo 12 avisbusseto@virgilio.it
BANDA “G. VERDI”
Piazza IV Novembre 7
info@bandaverdibusseto.it www.bandaverdibusseto.it
BUNKER
Via Donizetti 31
bunker@bunkernet.it
CAMPO DI VOLO
Via Consolatico Inferiore
CARITAS PARROCCHIALE Piazza Canonica 4
busseto.parrocchia@virgilio.it
CASA DEL PELLEGRINO
Monastero S. Maria degli Angeli – Via Provesi, 39
identesbusseto@katamaitcom
CIRCOLO 88
Viale Pallavicino info@circolo88.it
CIRCOLO ARCI RONCOLE
Via Carlo Verdi, 121/a – Roncole Verdi
michela.mingardi@raffaelecaruso.it
CIRCOLO ARCI SAMBOSETO
Samboseto 36
postmasten@fiumidibirra.it
CIRCOLO FOTOGRAFICO QUARTA DIMENSIONE
Via Leoncavallo, 8 el. 0524 97327
cfquartadimensione@gmail.com
CIRCOLO LIRICO FALSTAFF
Via Roma 90
circolofalstaff@libero.it
CIRCOLO RICREATIVO ARGENTOVIVO
Via Provesi 18/a Tel. 0524 97997 Cell. 335 6692075
CLUB DEI VENTITRE’
Via Processione 160 – Roncole Verdi
Tel. 0524 92495 Fax 0524 91642
pepponeb@tin.it
CSI AVIS PALLAVOLO
DO RE MIUSIC
Via Roma 90 Cell. 333 4738033
FULL MONTY FOOTBALL CLUB
Via Bersaglieri d’Italia 9/e
Recapito telefonico: Cell. 338 5327433
fullmontyfc@virgilio.itwww.fullmontybusseto.it
G.S. AMICI DI SAN ROCCO
G.S. FRATELLI CONCARI Via Gialdi 16
GRUPPO ALPINI “TERRE DEL PO”
Via Provesi, 6 a Busseto
GRUPPO MARCIATORI P.A.
strabusseto@libero.it
GRUPPO PROTEZIONE CIVILE
I PROVOLONI
L’AQUILONE
Piazza IV Novembre 9
Tel. e Fax 0524 91234
LEGA CONTRO I TUMORI
Piazza Matteotti, 10
LENZA BUSSETANA
Via Pizzetti 1- Tel. 0524 91160
giorgioorsi@libero.it
MARGHERITA BAREZZI
Via Processione, 209 – Roncole Verdi
ass.m.barezzi@virgilio.it
MOVIMENTO PER LA BASSA Piazza Verdi 35
gruppoighirri@virgilio.it
PALLAVICINO CALCIO
Sede Sociale: Stadio “F. Cavagna” – P.le Cavagna, 1
Telefono e Fax 0524 935060
usdpallavicino@libero.itwww.pallavicinocalcio.com
PEDALE BUSSETANO
PRO LOCO RONCOLE VERDI
lecotiche@virgilio.it
PUBBLICA ASSISTENZA “CROCE BIANCA”
Via Leoncavallo 12
Tel. 0524 91000 – Fax 0524 931505
info@crocebiancabusseto.it
SHINANBAN KARATE
Via Spigarolo, 40
luciano.badema@tin.it
TIPICAMENTE BUSSETO
Via Pasini 1
info@vapensieroviaggi.com

NUMERI DI PUBBLICA UTILITA’

EMERGENZE
Soccorso Pubblico di Emergenza
POLIZIA DI STATO Tel. 113
Carabinieri
PRONTO INTERVENTO Tel. 112
Guardia di Finanza
PRONTO INTERVENTO Tel. 117
Emergenza Sanitaria
PRONTO INTERVENTO Tel. 118
Vigili del Fuoco
PRONTO INTERVENTO Tel. 115
Corpo Forestale dello Stato
EMERGENZA INCENDI Tel. 1515
Ministero dell’Ambiente
SERVIZIO EMERGENZA AMBIENTALE Tel. 1525
Soccorso ACI
– ACI   Tel. 803116
– EUROP ASSISTANCE       Tel. 803803

VIOLENZE ALLA PERSONA
TELEFONO AZZURO
Minori Tel. 19696
Adulti Tel. 199151515
MALTRATTAMENTI MINORI Tel. 114
MALTRATTAMENTI DONNE Tel. 1522
ANTIBULLISMO Tel. 800669696

FORZE DELL’ORDINE
Prefettura di Parma
Strada Repubblica, 39 Tel. 0521 2194
Polizia di Stato
www.poliziadistato.it
QUESTURA DI PARMA
Borgo della Posta, 14 Tel. 0521 2194
POLIZIA STRADALE PARMA
Via Chiavari, 15         Tel. 0521 947511
Arma dei Carabinieri
www.carabinieri.it
STAZIONE DI BUSSETO
Via Provesi, 74 Tel. 0524 92215
e-mail: stpr526250@carabinieri.it
Guardia di Finanza
www.gdf.it
TENENZA SALSOMAGGIORE TERME
Viale Giacomo Matteotti 4   Tel. 0524 573410

ENERGIA E AMBIENTE
BUSSETO SERVIZI S.R.L (servizio gas)
EMILIAMBIENTE SPA(servizio acqua potabile) www.emiliambiente.it
Via Gramsci, 1/B – Fidenza   Tel. 0524 688400
Pronto Intervento e segnalazione Guasti Tel. 800 427999
ENEL
www.enel.it
Emergenza guasti Tel. 803.500
Servizio clienti:
– Elettricità     num. verde 800 900.800
da cellulare 199 505.055
– Gas   num. verde 800 900.860
Numeri verdi di fax:
– segnalazioni varie   Fax 800 900.150
– invio ricevute di pagamento a seguito di un sollecito Fax 800 900.179
– dimostrare il pagamento a seguito di un distacco o il pagamento di una fornitura straordinaria   Fax 800900.839

MUNICIPIO DI BUSSETO www.comune.busseto.pr.it
SEDE MUNICIPALE Piazza G. Verdi 10
Centralino: Tel. 0524 931711 Fax 052492360

UFFICI
SERVIZI DEMOGRAFICI
Piazza G. Verdi, 10 – Piano Terra
– Stato Civile – Elettorale      Tel. 0524 931723
– Anagrafe – Leva       Tel. 0524 931724
UFFICIO ELETTORALE
Piazza G. Verdi, 10 – Piano Terra     Tel. 0524 931723
UFFICIO PERSONALE
Piazza G. Verdi 10 – primo piano     Tel. 0524 931701
UFFICIO TRIBUTI
Piazza G. Verdi 10 – primo piano     Tel. 0524 931713 – 0524 931701
NIDO D’INFANZIA E SERVIZI SCOLASTICI Piazza G. Verdi 10 – Piano Terra Tel. 0524 931717 – 0524 931714
SERVIZI SOCIALI
Piazza G. Verdi 10 – Piano Terra Tel. 0524 931728 – 0524 931736
SERVIZIO ACQUA E GAS
Piazza G. Verdi 10 – Piano Terra Tel. 0524 931733
SERVIZIO URBANISTICA
Piazza G. Verdi 10 – primo piano Tel. 0524 931750/705
SERVIZIO EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
Piazza G. Verdi 10 – primo piano Tel.0524931750/705
SPORTELLO UNICO EDILIZIA
Piazza G. Verdi 10 – Piano Terra Tel. 0524 931720/705
SERVIZIO AMBIENTE – ECOLOGIA
Piazza G. Verdi 10 – primo piano Tel. 0524 931750/721
UFFICIO LAVORI PUBBLICI
Piazza G. Verdi 10 – primo piano Tel. 0524 931704/708
UFFICIO PROTEZIONE CIVILE
Piazza G. Verdi 10 – primo piano Tel. 0524 931704
UFFICIO SEGRETERIA E PROTOCOLLO
Piazza G. Verdi 10 – piano terra Tel. 0524 931711
DISTRETTO DI POLIZIA MUNICIPALE
Piazza G. Verdi 10 – piano terra Tel. 0524 205011
pronto intervento       Tel. 800 451451
UFFICIO CULTURA
Piazza G. Verdi 10 – piano terra Tel. 0524 931717 – 0524 931735
UFFICIO SPORT
Piazza G. Verdi 10 – piano terra Tel. 0524 931717
UFFICIO TURISTICO
Piazza G. Verdi, 10 Tel. 0524 92487

SCUOLE
Istituto Comprensivo di Busseto
V.le Alfonso Pallavicino, 2   Tel. 0524 92305 Fax 0524 92249
Scuole dell’Infanzia
SCUOLA DELL’INFANZIA “G. VERDI” DI BUSSETO
Via Toscanini 2 Tel. 0524 92378
SCUOLA DELL’INFANZIA “DON CARLO BALESTRA”
Roncole Verdi 62 Tel. 0524 97471 – Fax 0524 92294
SCUOLA DELL’INFANZIA PARROCCHIALE “SACRO CUORE DI GESÙ”
Frescarolo Tel. 052492372 – Fax 0524 92147
Scuole Primarie
SCUOLA PRIMARIA “G. VERDI” DI BUSSETO
Viale Alfonso Pallavicino, 2   Tel. 0524 92305 Fax 0524 92249
SCUOLA PRIMARIA “A. ANNONI” DI RONCOLE VERDI
Via Toscanini, 61 – Roncole Verdi Tel. e Fax 0524 91904
Scuole Secondarie di primo grado
SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO “ANTONIO BAREZZI”
Viale Alfonso Pallavicino, 2 Tel. 052492305

STRUTTURE SANITARIE
Azienda AUSI di Parma
DISTRETTO DI FIDENZA
Via Don Enrico Tincati, 5 – Località Vaio – Fidenza Centralino    Tel. 0524 515111
Ufficio URP   Tel. 0524 515538 – Fax 0524 515510 e-mail: URPFidenza@ausl.pr.it
GUARDIA MEDICA FIDENZA Tel. 0524 515620
CASA DELLA SALUTE DI BUSSETO
Via Paganini, 13 – Busseto
Orari: lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 8.00 alle 13.00 – martedì dalle 8.00 alle 12.45 e dalle 14.00 alle 16.30

OSPEDALI
OSPEDALE DI FIDENZA
Via Don Enrico Tincati, 5 – Località Vaio Tel. 0524 515111

TRASPORTI
Automobile
AUTOSTRADE SPA – www.autostrade.it Infotraffico 840 042121 e-mail: info@autostrade.it
ANAS SPA – www.stradeanas.it Pronto Anas 841148
Aereo
ENAC (ENTE NAZIONALE PER L’AVIAZIONE CIVILE) www.enac-italia.it Call Center Num.verde 800 898121
AEROPORTO DI PARMA www.parma-airport.it
Treno
TRENITALIA – FERROVIE DELLO STATO www.trenitalia.it
www.ferroviedellostato.it
Numero verde 892021 dall’estero +39 06 68475475

FARMACIE
FARMACIA CENTRALE
Via Roma, 107 Tel. 0524 92232
FARMACIA PICCOLI
Via Roma, 20 Tel. 0524 92316

UFFICI POSTALI
UFFICIO DI BUSSETO
Piazza Santa Maria 29 Tel. 0524 92259

IMMAGINI

Piantina

Logo_Cammi
Logo_Cammi
Copertina
0012
0011
0010
0009
0008
0007
0006
0005
0004
0003
0002
0001

 

 




One thought on “Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *